GLAMOUR by ANTONELLO SCATORCHIA

La verace pizza napoletana nel Vulture, in Basilicata

A Rionero in Vulture in provincia di Potenza, paese natale del noto meridionalista Giustino Fortunato, nel 2012 un giovane pizzaiolo, Antonello Scatorchia, supportato dai genitori, gestori fino a qualche anno fa di una rinomata pasticceria e caffetteria del paese, decide di aprire un locale nuovo che esce dagli schemi della tradizionale pizzeria e si fonde con il mondo della moda concentrandosi da subito su di un particolare tipo di Pizza, la Verace Pizza Napoletana, unendo un design e uno stile moderno e fashion con un’antica tradizione non lucana, ma classica campana.

Glamour Pizza
Antonello Scatorchia, pizzaiolo e titolare

In zona infatti le altre pizzerie producono un tipo di pizza più croccante “alla lucana”, con cornicioni non pronunciati e un impasto turgido.Antonello ci confessa che insieme a papà Gerardo, sin da bambino andava in giro a Napoli e in Campania a degustare e ricercare le migliori pizze proprio perché Gerardo era un vero amante e ricercatore della pizza Napoletana, margherita e marinara.
Ad onor del vero, la nonna paterna Antonietta, aveva un bel forno a legna sul terrazzo di casa e sfornava pane e focaccia per la famiglia e il vicinato.
Posso testimoniare che erano prodotti veramente straordinari poiché da bambino mio padre acquistava sempre il pane e la focaccia della signora. Quindi, nel dna di Antonello, era sicuramente già scritto che da grande avrebbe fatto il pizzaiolo!

Glamour - the fashion pizza
Il pizzaiolo mentre stende un panetto

Antonello ha avuto come maestro e guida un pizzaiolo scomparso prematuramente, Marco Torino che ha lavorato nel suo locale dopo qualche mese dall’apertura sino ai suoi ultimi giorni. E’ lui che ha trasmesso ad Antonello un’immensa passione verso le farine, i lieviti, gli impasti e le materie prime. Antonello, è da sempre alla ricerca dell’impasto perfetto (per dirla nel gergo dei surfisti), infatti la sua sperimentazione e ricerca non si è mai fermata ed il suo impasto è sempre in evoluzione.
La sua, è una pizza napoletana moderna, infatti il pizzaiolo per il suo impasto diretto utilizza un blend di farina tipo 0 e tipo 1 con germe di grano macinato a pietra, e altamente idratato (circa l’80 percento) con 48 ore di maturazione per renderlo molto più digeribile e leggero e mantenere l’elasticità dell’impasto.

Glamour the fashion pizza
L’alveolatura nel cornicione

Antonello per i suoi impasti, usa una minima quantità di lievito e lavora con prodotti e topping di eccellenza provenienti dalla Basilicata e da tutta Italia.

Glamour the fashion pizza
Alici di Cetara sott’olio per la Marinara Reverse

Il locale è moderno e hi-tech con luci a led e tocchi di design, l’idea è quella di entrare in un atelier più che in una pizzeria; da questo il nome “Glamour” e le pizze poi hanno più o meno tutte i nomi di stilisti e marchi di alta moda.

Glamour Pizza
Interni del locale
Glamour Pizza
Bancone – angolo beverage
Glamour Pizza
Sala interna
Glamour the fashion pizza
Altra sala interna

Il forno, è moderno della Marana Forni, rotante su e giù e permette una cottura omogenea della pizza. Nel menù oltre le birre artigianali c’è una selezione di varie etichette di Aglianico del Vulture, per rendere omaggio al vino principe di quest’area.

Glamour by Antonello Scatorchia
Il forno rotante su e giù della Marana forni

Antonello si diverte a spaziare da pizze classiche a pizze gourmet con prodotti e abbinamenti inconsueti, la degustazione che ci accingiamo a fare e che consigliamo è quella di 4 pizze selezionate in un crescendo di accostamenti.
La prima pizza scelta da Antonello è la MOSCHINO.

Glamour the fashion pizza
La MOSCHINO

La pizza ha come topping il fiordilatte campano, crema di pistacchio di Bronte DOP, mortadella bologna IGP e carciofi. Un accostamento di ingredienti riuscitissimo che viene arricchito dalla presenza dei carciofi che ne conferiscono un retrogusto particolare.

Glamour The fashion pizza
Il topping della Moschino: fiordilatte campano, crema di pistacchio di Bronte DOP, mortadella bologna IGP e carciofi

Questa pizza ci viene servita in abbinamento a la WEST COST una birra artigianale di un birrificio locale Il Birrificio del Vulture. I proprietari, Ersilia ed il marito Donatello, ci raccontano che entrambi erano homebrewer, cioè facevano la birra fatta in casa per hobby.
I due già appassionati di birre artigianali, nel 2015 hanno trasformato la loro passione in vero e proprio lavoro, producendo birre artigianali di qualità. Ersilia ha suggerito gli accostamenti con le pizze ed ha scelto per questa Moschino la WEST COST perché essendo una ipa, quindi tendenzialmente amara, toglie quella sensazione grassa della mortadella e ben si abbina all’amaro del carciofo. Accostamento ottimo.

West Cost e Moschino
La birra WEST COST abbinata alla Moschino

La seconda pizza in degustazione è stata la BRUCOMELA.

Glamour The Fashion Pizza
La BRUCOMELA

Ovviemente sono felicissimo che Antonello abbia scelto ed inserito questa pizza come fuori menù trattandosi di una mia creazione. La pizza ha come topping la mozzarella di bufala campana Igp, pomodorino datterino giallo, mortadella Bologna Igp, stracciatella di andria e pesto alla genovese.

Glamour the Fashion Pizza
La BRUCOMELA: mozzarella di bufala campana Igp, pomodorino datterino giallo, mortadella Bologna Igp, stracciatella di andria e pesto alla genovese

Una pizza che apparentemente sembrerebbe essere pesante ma al palato risulta essere molto leggera e poco grassa. Sicuramente il contrasto del pomodorino giallo più dolce rispetto al datterino rosso e il pesto ben si abbinano alla mortadella e alla stracciatella. Consiglio vivamente di assaggiarla. A questa pizza viene abbinata un’altra birra del Birrificio, la Rocco & Roll. Anche in questo caso l’abbinamento è riuscito perché la Rocco, finisce leggermente amara, pulisce la bocca dal grasso della mortadella e della bufala ma essendo leggermente agrumata si sposa bene con la parte più acidula del pomodorino esaltandone il basilico del pesto.

Glamour the fashion pizza
La birra ROCCO & ROLL abbinata alla Brucomela

La terza pizza in degustazione è la “Essere o non essere”.

Glamour by Antonello Scatorchia
La ESSERE O NON ESSERE

La pizza ha come topping una crema di datterino giallo, fiordilatte campano, composta di fichi di Pisticci, Capocollo di Martina Franca “Presidio Slow Food” e noci. È una delle mie pizze preferite in questa pizzeria. Il capocollo di Martina Franca, con la sua sapidità va a nozze con la crema di datterino giallo e la composta di fichi, che non coprono il sapore ma vanno ad esaltare la sua bontà al palato. Le noci inoltre, completano la pizza conferendole croccantezza nella masticazione. Una pizza che consiglio di provare.

Glamour Pizza
ESSERE O NON ESSERE: crema di datterino giallo, fiordilatte campano, composta di fichi di Pisticci, Capocollo di Martina Franca “Presidio Slow Food” e noci

In abbinamento alla pizza ci viene servita la “Drinkstruction” una birra con un finale secco, leggermente amaro, con un aroma speziato che va ad arricchire la dolcezza dei fichi e a completare la speziatura del capocollo, un leggero aroma agrumato, quasi di pompelmo, ne esalta la sapidità del salume e la leggera acidità del pomodoro.

Glamour by Antonello Scatorchia
La DRINKSTRUCTION in abbinamento alla ESSERE O NON ESSERE

L’ultima pizza in degustazione è l’atto di amore di Antonello verso un grande classico della pizzeria napoletana. La “Marinara Reverse” personale intepretazione della pizza marinara, rielaborata con estro e grande creatività.

Glamour by Antonello Scatorchia
La MARINARA REVERSE

Il topping è composto da: un’emulsione di aglio nero, pomodorini semi dry gialli e rossi, origano, olive taggiasche, alici di Cetara e basilico fresco. Una pizza che alla vista è provocatoria e assolutamente fuori dal normale. Anche considerando gli ingredienti potrebbe sembrare pesante e adatta a palati molto forti. Invece è veramente piacevolissima e ben strutturata. Delicata e profumata con un sapore particolarissimo. La dolcezza del pomodorino essiccato al forno contrasta benissimo con la sapidità dell’alice di Cetara e delle olive taggiasche e va ad incastonarsi alla perfezione con l’emulsione di aglio nero. Profumatissimo il basilico e l’origano che conferiscono freschezza all’olfatto. L’aglio nero non è una varietà di aglio disponibile in natura, ma si ottiene attraverso un procedimento di fermentazione. I bulbi di aglio fresco vengono messi per 30 giorni al fresco in ambiente umido, successivamente vengono lasciati ossidare per 45 giorni. Si ottengono spicchi neri e morbidi che posseggono il doppio degli antiossidanti dell’aglio fresco. È la soluzione giusta per chi vuole evitare il gusto intenso dell’aglio bianco poiché non lascia l’alito pesante ed è molto digeribile. La birra in abbinamento a questa pizza è la Bramea. E’ una weizen, con un sentore leggero di Banana e vaniglia, che contrasta ed esalta la sapidità delle alici e delle olive taggiasche con una lieve dolcezza ed una accentuata effervescenza che la rende leggera e ben abbinata ad questa pizza dal sapore deciso ma leggera nell’impasto e nella composizione.

Glamour by Antonello Scatorchia
La birra BRAMEA in abbinamento alla MARINARA REVERSE

Come dessert ci sono stati serviti due cavalli di battaglia dell’ex pasticceria di famiglia. I profitteroles al cioccolato e il tiramisù, molto richiesto come fine pasto dai clienti della pizzeria.

Glamour by Antonello Scatorchia
Profiteroles
Glamour by Antonello Scatorchia
Il Tiramisù

Sono disponibili inoltre alcuni dolci della Pasticceria Sal De Riso di Maiori e i boccaccielli di Casa Infante di Napoli. Vale la pena fare un salto in questa pizzeria per la qualità degli impasti e per le materie prime utilizzate. La zona poi è ricca di posti belli e particolari come i laghi di Monticchio, l’antica città di Venosa e i castelli federiciani di Melfi e Lagopesole.
Venite a scoprire sapori e luoghi inconsueti in quest’angolo florido della Basilicata.

Glamour by Antonello Scatorchia
Lo staff e i genitori di Antonello

GLAMOUR by Antonello Scatorchia
Piazzale Foggia, 85028 Rionero In Vulture (PZ)
Telefono 0972 723611
Prenotazioni The Fork: Glamour the fashion pizza
Sito web: www.glamourpizza.it
Facebook: Glamour by Antonello Scatorchia
Instagram: @glamourantonelloscatorchia

© Vietata ogni riproduzione del testo e delle foto senza autorizzazione da parte dei titolari.
Tutte le foto sono di Mauro Di Leva | Italia Gustosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *